Libro Java – Capitolo 1

Indice degli argomenti:

  1. Hardware e Software
  2. Sistema Operativo
  3. Teoria dei linguaggi di programmazione
    • Linguaggio Macchina
    • Linguaggio Assembly
    • Linguaggi ad alto livello
    • Linguaggio java e confronto con altri linguaggi ad alto livello
  4. Programmazione orientata agli oggetti introduzione
  5. Il linguaggio UML per la programmazione ad oggetti 2.0
  6. Fasi di sviluppo software
  7. Esempio di sviluppo di una classe in Java
  8. Proviamo la prima  classe Java

Introduzione
L'obiettivo di questo libro strutturato sotto forma di capitoli, è quello di introdurti alla programmazione in Java secondo la metodologia orientata ad oggetti, già per altro esposta nell'introduzione all'opera. Ritengo utile, quindi effettuare una breve introduzione a concetti fondamentali dell'informatica. Se sei un lettore che ha già un minimo di conoscenze sugli argomenti, puoi tranquillamente saltare questa prima parte e passare direttamente alla parte di introduzione "Programmazione orientata agli oggetti". Al termine di ogni capitolo, sarà possibile verificare le conoscenze, le competenze e le abilità raggiunte attraverso test, prove strutturare e anche esercizi di codice che saranno tutti rivolti nell'appendice delle soluzioni.

Hardware e Software

Quando si parla di un computer o in generale di un calcolatore occorre terner presente, che esso è sempre formato da due parti ben distinte l'Hardware e il Software, il primo è l'insieme delle componenti elettroniche composte ad tantissimi circuiti elettronicii di varia tipologia che discuteremo più avanti, il secondo è l'insieme delle istruzioni o comandi per rendere diciamo così "vivo" e "intelligente" il nostro computer. L'hardware può funzionare senza software ma lavora in linguaggio binario ovvero da sequenze lunghissime di "0" e "1" che a secondo della rappresentazione adottata dal calcolatore delle informazioni possono essere testi, valori numerici, immagini, suoni, ecc. La rappresentazione delle informazioni è una parte importante dell'informatica senza la quale tutto il sistema informatico non potrebbe funzionare in modo così perfetto. Su questo argomento, farò qualche accenno quando parleremo più avanti delle variabili e delle costanti e del loro uso in Java.
Però una causa la possiamo dire, per far si che il calcolatore possa elaborare qualsiasi tipo di informazione deve essere presente un software che sia in grado di effettuare la traduzione in binario e viceversa. Possiamo quindi affermare che quando un'informazione di varia tipologia deve essere trasformato in binario si parla di "codifica". mentre il processo inverso si chiama "decodifica".
Il calcolatore quindi per essere utilizzabile in modo produttivo ha bisogno di software. Ora la struttura hardware di un computer è formata da:

  • CPU acronimo di "Central Processing Unit" che è il cuore pulsante del calcolatore che ha il compito di elaborare le informazioni, di trasferire da e verso altri dispositivi e di controllare l'intero sistema di calcolo nel suo funzionamento.
  • Memoria Centrale RAM è una memoria temporanea del calcolatore ove sono memorizzati i dati e le istruzioni che di volta in volta sono lette e e scritte dalla cpu. L'acronimo RAM sta per "Random Access Memory" è sta indicare che il tempo di lettura e scrittura dei dati è indipendente dalla posizione in cui essi sono locati. La memoria RAM è organizzata in un insieme di celle contigue ciascuna delle quali è individuata da un indirizzo unico. La cpu quando deve leggere o scrivere dati verso la memoria centrale deve conoscere gli indirizzi dove svolgerà tale operaizone.
  • Dispositivi di Input/Output non si tratta di un solo dispositivo ma di una serie di dispositivi hardware. Qualli presenti sempre nel calcolatore sono la tastiera e il mouse (entrambi di input), il monitor (output) e almeno una memoria di massa (input/output) necessaria alla memorizzazione definita dei dati. Abbiamo affermato che la memoria RAM è temporanea, ovvero i dati al suo interno sono cancellati al termine dell'elaborazione o allo spegnimento del calcolatore. Occorre una memoria secondaria permanente che possa memorizzare i dati in modo definitivo, sarà solo l'utente a decidere quando questi dati eventualmente dovranno essere cancellati.

La trattazione sull'hardware è molto sintetica in quanto non è l'argomento principale del nostro testo. Il software quindi a sua volta si distingue in software di base detto anche sistema operativo, e software applicativo.

Sistema operativo

Il sistema operativo ha tre compiti precisi:

  • Gestire la comunicazione uomo macchina mediante l'uso di un'interfaccia grafica o testuale che chiameremo "Console"
  • Gestire e risolvere eventuali malfunzionamenti dell'hardware e dei software
  • Garantire il funzionamento alle massime prestazioni dell'hardware a disposizione

Ciao devi sottoscrivere un abbonamento per poter visualizzare l'intero articolo.

Approfitta dei numerosi vantaggi per gli iscritti ! Test, Video Lezioni esclusive senza pubblicità oltre tanti articoli sull'informatica dalla programmazione alla sistemistica.
Per poter sotto scrivere un abbonamento devi prima registrati e poi sotto scrivere un piano di abbonamento.
Buon proseguimento !